Pubblicato il

Sai che San Valentino ha forti legami con l’Irlanda?

San Valentino a Dublino? Sì, il suo cuore è proprio qui!

Le altre città del mondo avranno le sue spoglie, ma il cuore del protettore degli innamorati è qui. E il giorno di San Valentino a Dublino si va ad omaggiarlo.

Ci sono davvero tante città che si vantano di possedere le reliquie del santo, ma tu sapevi nulla del cuore di San Valentino a Dublino? Poco probabile. In effetti, al di fuori dei confini irlandesi, in pochi conoscono questa storia, tramandata dalle genti dell’isola verde da secoli.

Eppure, qualcosa di vero deve esserci, se ogni anno, nel giorno dedicato al santo degli innamorati, molti irlandesi si mettono in fila per ricevere la benedizione degli anelli nuziali o anche solo per chiedere un piccolo aiuto per le questioni amorose.

San Valentino a Dublino

La leggenda vuole che proprio nella capitale irlandese si trovi, infatti, il cuore di San Valentino, custodito gelosamente nella chiesa carmelitana di Whitefriar Street, un luogo molto spesso escluso, a torto, dagli itinerari turistici.

Ma come ci è finito San Valentino a Dublino? Lo portò Padre John Spratt, un frate carmelitano che, in visita a Roma, si fece immediatamente benvolere dal mondo ecclesiastico della Capitale. Si dice che fu proprio papa Gregorio XVI in persona a donargli il piccolo recipiente contenente il cuore del santo e l’unica cosa che puoi fare è credere a questa storia, perché quel contenitore non fu mai più aperto. Ancora adesso è sigillato con la cera e impreziosito da un grazioso fiocco di seta rosso.

Chi era San Valentino

Di sicuro ogni anno festeggi San Valentino con la tua metà, ma ti sei mai chiesto perché il giorno degli innamorati è dedicato proprio a questo santo? Devi sapere che intorno all’anno 270 d.C., capo indiscusso di Roma era l’imperatore Claudio, che pensando che le defezioni nel suo esercito fossero dovute all’attaccamento dei suoi uomini alle loro mogli, vietò i matrimoni.

Ma Valentino, che santo ancora non era, sfidò l’imperatore, continuando a celebrare le unioni, per giunta con rito cristiano: una vera sfida al potere costituito! Ovviamente finì male e il sacerdote ribelle venne decapitato, dopo essere stato orribilmente torturato.

Molto tempo dopo la sua morte Valentino fu dichiarato santo e, quando si rese necessario sostituire una festa pagana con una di stampo cristiano, la Chiesa si ricordò questo suo martire, legato indissolubilmente all’amore romantico. Da allora, il 14 febbraio è il giorno degli innamorati in tutto il mondo.

Non importa che tu abbia già trovato l’amore della tua vita o meno. Vai alla Chiesa di Whitefriar Street e mettiti in fila: un San Valentino a Dublino non è un San Valentino, se non ti rechi anche tu a rendere omaggio al cuore del santo!