Pubblicato il

U2 e Dublino, la città e la loro storia

L’”Isola di Smeraldo” ha un importante background culturale che spazia dalla letteratura alla musica e che annovera tra i suoi esponenti nomi altisonanti. Tra gli scrittori basti pensare a Oscar Wilde, James Joyce e Samuel Beckett, e tra i musicisti nomi come Sinead O’Connor, Rory Gallagher, Enya e Dolores ‘O Riordan dei Cranberries, e gruppi come The Dubliners, o gli U2. Chi ama la musica non può non visitare posti come il villaggio di Doolin, considerato la patria dell’irish music, e città come Dublino, che nel 1976 ha dato i natali agli U2, una delle rock band più famose del pianeta. Visita la capitale irlandese con le cuffie nelle orecchie ascoltando brani come One, Sunday Blooday Sunday e With or Without You, e passa di fronte ai luoghi che hanno fatto la storia di Bono Vox & co.

Tappa imperdibile sono i Windmill Lane Studios dove registrarono i loro primi album. Lì è possibile ammirare il muro con i graffiti lasciati dai fan di tutto il mondo e magari lasciare anche il tuo. Si trovano nella zona chiamata Docklands, la parte moderna della città. Seguendo il fiume Liffey si torna in centro ammirando il Samuel Beckett Bridge progettato da Calatrava e lo splendido edificio della Custom House che un tempo era sede della Dogana mentre ora ospita il Ministero per l’Ambiente, il Patrimonio ed il Governo Locale. Arrivando a O’Connell Street non si può non fare un salto al numero 9 di North Earl Street. Lì si trova il negozio Bonavox Hearing AID Store da cui il cantante Paul David Hewson prese il nome. Proprio a O’Connell Street c’è il The Savoy Cinema in cui nel 1988 fu proiettato per la prima volta il film “The Rattle and Hum”.

Da qui in pochi minuti si arriva a Parnell Square dove si trova il Rotunda Hospital in cui il 10 maggio del 1960 nacque Bono Vox. Chi ha voglia di spingersi un pò fuori dal centro può raggiungere Malahide Road e fare un giro nella Mount Temple Comprehensive School, la scuola in cui Larry Mullen mise l’annuncio per cercare musicisti e dove si formò la band. Dublino fa da sfondo anche ad alcuni loro video. Nella ex prigione Kilmainham Gaol, ora uno dei musei più visitati della città, fu girato il video di “A Celebration”, all’ East Link Bridge furono girati gli esterni di “Pride” mentre gli interni furono registrati al teatro SFX Centre, che si trova al n.23 di Upper Sherrard Street.

Spingendosi poco fuori città è possibile ammirare le ville di Bono e di The Edge a Killiney (Vico Road), il Moydrum Castleimmortalato sulla copertina dell’album “The Unforgettable Fire”, e lo “Slane Castle” dove fu registrata sia la prima parte dell’album “The unforgettable fire” che il concerto “U2 Go Home”, ultima tappa europea dell’Elevation Tour del 2001. Dopo questo bel giro però non c’è niente di meglio che rilassarsi davanti a una pinta di Guinness in uno dei Pub di Temple Bar – dicono che i componenti della band frequentino spesso da semplici cittadini i locali del famoso quartiere – e mangiare dell’ottimo fish and chips nelle friggitorie storiche di Leo Burdock accanto al Castello o di Beshoff a O’Connell Street.