Pubblicato il

Gran Canal Docks: Il quartiere Hi-Tech da visitare a Dublino

Dublino da visitare: il fascino moderno di Gran Canal Docks

Da ritrovo di ladri e malfattori, a fulcro high tech dell’economia di Dublino. Ecco come è cambiata l’area che sorge intorno a Gran Canal Docks.

Negli ultimi decenni, tutta Dublino ha cambiato la sua fisionomia, ma mai quanto il quartiere di Gran Canal Docks, conosciuto come Docklands. Se vuoi visitare Dublino e sei un amante del famosissimo gruppo rock U2, hai avuto il privilegio di vederlo com’era negli anni 80, quando faceva da scenografia ad uno storico video della band irlandese.

Altrimenti, puoi andare a visitarlo oggi e fare un vero e proprio tuffo nel futuro. L’acciaio e il vetro delle avveniristiche costruzioni hanno preso il posto di mattoncini e porte di legno ammuffite, che caratterizzavano l’area portuale della capitale irlandese.

Cosa vedere a Dublino? Di sicuro Gran Canal Docks!

La storia di Gran Canal Docks è indissolubilmente legata al dramma degli irlandesi, che a metà dell’800 lasciarono l’isola in massa, per fuggire dalla fame e cercare fortuna negli Stati Uniti. Di questo triste periodo, oggi rimane la riproduzione della mitica nave Jeanie Johnston, che effettuò ben 16 viaggi, trasportando nelle Americhe più di 2500 persone in fuga dalla carestia. 

La popolazione chiamava questi vascelli “navi bara”, perché purtroppo molti dei profughi che si imbarcavano, finivano per trovare la morte durante la traversata. Al contrario, quest’imbarcazione riuscì a sbarcare indenni tutti i suoi passeggeri, motivo per la quale si è meritata un posto d’onore nel Gran Canal Docks e una tua visita.

Oggi la fumosa e malfamata zona del vecchio porto di Dublino, non esiste più, anzi: scintillante e dinamica, è l’area più vivace e trendy di tutta la città, sede di migliaia di piccole start up e di grandi colossi del web, come Google, che vanta un intero palazzo di vetro, concepito come un vero e proprio campus.

L’imponente opera di ristrutturazione e riqualificazione dell’area ha trasformato l’antico porto di Dublino in un concentrato di costruzioni futuristiche, locali, hotel e ristoranti da visitare. Devi proprio farci una passeggiata: rimarrai stupito dall’utilizzo di vetro e acciaio in edifici come il Gran Canal Square Theatre, progettato dall’archistar Daniel Libeskind, o dal Ponte Samuel Beckett, che riproduce la tipica forma dell’antica arpa celtica. 

E quando sarai stanco, fermati in uno dei tipici pub irlandesi che affollano il quartiere: magari non sarà grigio, sporco e pieno di fumo come quelli di un tempo, ma di sicuro potrai gustare una pinta di ottima Guinness, per sentirti come un vero irlandese, anche se solo per un po’.